Anonymous asked:
Unico e inimitabile.

A pranzo un panino al volo e adesso non ci vedo più dalla fame. Per fortuna c’è la mia fiesta. Tanta sostanza e un gusto inimitabile… Fiesta, nutriti con piacere.

(O qualcosa del genere, non me la ricordo bene).



Perfect! HAHAH!

(Source: bgc-land)

Anonymous asked:
Ma che stai cercando di fare un blog umoristico? Non è che farai tanto successo, qui in Italia lo prendiamo sul serio tumblr, ragazzina.

shades-of-kat:

Uh, scusami tanto. L’avevo quasi dimenticato che noi italiani siamo una grande famiglia di depressi scrittori, poeti incompresi, problematici adolescenti col mare negli occhi e un uragano dentro. Autolesionisti esibizionisti, artisti che si definiscono tali solo perché hanno i capelli blu o indossano scarpe improponibili e maglie di band di cui non hanno mai sentito parlare. Dei bambini perennemente tristi che invece di sfogarsi con genitori e amici, vengono su un social network a vomitare problemi su problemi. Un gruppo di finti intellettuali che usano paroloni o citazioni di grandi scrittori per apparire intelligenti.

"Perché tumblr è solo per i depressi." Non vorresti sfatare questo mito mia piccola ancora di tutti e mare di nessuno? Allora smetti di piangerti addosso e scriverlo qui, o almeno non rompere a me.

Poi spiegami che vuol dire prendere sul serio Tumblr? Non sapevo ci fosse una regola in cui si obbliga l’utente del social a pubblicare soltanto screen di messaggi sdolcinati e inverosimili su whatsapp, citazioni di Green, frasi sul mare d’inverno, uragani, ancore e cagate varie.

E per il fatto di fare successo o no, ti sembra che me ne importi qualcosa? Davvero, per favore, vai a chiuderti in camera e stenditi sotto un piumone a leggere Colpa delle stelle sorseggiando del té caldo, vai a fare l’anticonformista, proprio come tutti.

"Vai a fare l’anticonformista, proprio come tutti". BOOM.
Quanta stima.


Anonymous asked:
Askdfghjkl.

E sì, esatto… Lo dico sempre anch’io. Asdfghjkl.


Anonymous asked:
Oddio, perché io non ho visto il ritratto? Voglio vederlo, dove lo trovo?

È un post vecchissimo, uno dei primi del blog. Se sei dal pc vai all’ultima pagina (per ora è la pagina 248) e lo trovi. Credo si riferisse a quello.


Anonymous asked:
Il neo.

Ohw… Ad alcuni non piace, ad altri sì… A me stesso è quasi completamente indifferente. Dico “quasi” perché mi piace il fatto di aver un dettaglio “naturale”… Sono già ornato anche senza mettere collane, hahah. Riempie il vuoto, spezza la monotonia di uno dei pochi punti di pelle che sono praticamente sempre scoperti.
Poi esteticamente non mi dispiace e dermatologicamente è tutto normale, quindi può restare lì.


Anonymous asked:
Del tipo che nel ritratto che ha fatto la tua amica la prima cosa che ho notato è che manca un particolare bellissimo di te. E non riesco a non pensarti, porcocane.

Qual è il particolare che manca?


Quando contatto qualcuno e lui risponde dopo ore o giorni scrivendo “Hey dimmi”:

Cosa dico:
“Hey tranquillo, è tutto okay. Avevo bisogno del tuo aiuto ma mi sono accorto che eri impegnato e ho risolto in altro modo. Grazie lo stesso.”.

Cosa vorrei dire (non preoccupandomi per la scarsa finezza):
“Cosa?! Adesso?! Ma dove cazzo stavi?! ‘Sto pezzo di merda! Stai sempre a rompermi il cazzo per i tuoi problemi e quando io ho bisogno di qualcosa sparisci?! La prossima volta sarò io a non risponderti, così vediamo che dici! Ma ‘nvedi un po’ ‘sto coglione, oh… Vaffanculo!”.

(Source: sadferns)

Anonymous asked:
Quanto amo il tuo blog. ♥

Aw, sentire queste cose è la soddisfazione più grande.


E poi ti accorgi che tutto quanto deve finire. Che il viaggio che hai intrapreso non ti ha portato da nessuna parte. Che non esiste nessuna meta. Ma ogni cosa che hai visto, ogni cosa che hai imparato, è un tassello incastonato dentro di te, che ti ha nutrito e ti ha cresciuto.
E ora? E ora dove andrai? Cosa farai? Sai dirmi cosa c’è alla fine di un viaggio? È come la fine di un concerto, di un grande concerto: un fragoroso applauso, le urla della folla e poi solo il rumore dei tecnici che smontano, e le luci che si spengono. Ma anche quando non resta più nessun rumore in quello stadio, in quel teatro o in quel piccolo locale di una qualsiasi città, lì dentro riecheggerà ancora per anni l’eco di quel grande spettacolo. È così che ti voglio salutare… Perché la fine di un viaggio, è solo l’inizio di un altro.

G. Citro

(Source: di-stanza-letta)

Anonymous asked:
Sei faigo mon amour, sempre sempre. ♥♥♥

No picci, non è vero. :c


Il problema non è che sto sveglio alle 04:15… È che mi devo svegliare alle 06:30.

…iiit.

(Source: nowliedownwithme)

1 2 3 4 5 6 7 8 Next Page
};